La nuova frontiera nella ricerca biomedica: gli Organoidi

L’Organoide è una versione miniaturizzata di un organo, realizzata in laboratorio (“in-vitro”) a partire da poche cellule staminali embrionali o pluripotenti.

Gli organoidi sono strutture tridimensionali che, sebbene di dimensioni minuscole (della larghezza di un capello fino a pochi millimetri), sono funzionalmente autonome e possono replicare gran parte della complessità di un organo diventando quindi strumenti utilissimi per studiarne le caratteristiche più peculiari.

Esistono tanti tipi di organoidi quanti potenzialmente sono i diversi tessuti e organi del corpo umano. Ad oggi, sono diversi i ricercatori in tutto il mondo, Italia compresa, che sono in grado di utilizzare con competenza questa tecnologia e sono già stati in grado di produrre organoidi che replicano le funzioni di base di cervello, reni, polmoni, intestino, stomaco e fegato e molti altri.

Gli organoidi forniranno agli scienziati una visione dettagliata di come gli organi si formano e crescono, ampliando le conoscenze sulla formazione del corpo umano e lo sviluppo di malattie, comprese quelle tumorali e di origine genetica. Inoltre valutando come i farmaci interagiscono con questi “mini-organi” consentirà nuovi approcci farmacologici e un ulteriore impulso alla medicina personalizzata.

#organoid #malattiegenetiche #tumori #ricercascientifica